Scontrino fiscale – ricevuta fiscale – fattura elettronica. - FISCO

24 Gennaio 2019

I soggetti obbligati all’emissione dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale, ai quali viene richiesta la fattura da parte del cliente, tenuto conto che possono trasmettere la fattura elettronica anche successivamente al momento di effettuazione dell’operazione, possono adottare una delle seguenti soluzioni:

  1. in caso di fattura differita emettere, al momento di effettuazione dell’operazione, uno scontrino o una ricevuta fiscale, da annotare in apposita colonna del registro dei corrispettivi e procedere successivamente all’emissione e trasmissione della fattura elettronica;
  2. in caso di fattura immediata, trasmettere al SdI entro i termini stabiliti la fattura elettronica recante l’indicazione della data di effettuazione dell’operazione e rilasciare al cliente, al momento di effettuazione dell’operazione, apposita quietanza o una stampa della fattura o dalla ricevuta del POS, in caso di pagamento elettronico. Resta ferma la possibilità di rilascio dallo scontrino/ricevuta fiscale come nel caso di cui sopra.

Si ricorda che, qualora il cliente sia un consumatore finale (privato), l’esercente dovrà comunque mettere a disposizione della controparte, al momento dell’emissione della fattura elettronica, una copia analogica o elettronica della fattura, salvo che il cliente non vi rinunci.